Le Previsioni Neve

Le Previsioni Meteo sulla Neve

Nuove regole sulle piste da sci, snowboard, slittino e bob 

Casco obbligatorio sulle piste da sci, snowboard, slittino e bob 

Dal primo gennaio 2022 entreranno in vigore le nuove regole da rispettare sulle piste da sci, snowboard, bob e slittino contenute nel decreto legislativo 40/2021 e tutti dobiamo prestare attenzione, anche in ragione del fatto che sono previste delle multe. 

Innanzitutto è introdotto l'obbligo di avere un'assicurazione a copertura della responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi da parte di tutti gli sportivi eccetto che per coloro che praticano lo sport nelle aree riservate allo sci di fondo. 

Non c'è però da preoccuparsi sulla necessità di compilare mille moduli e assurmersi impegni di lungo periodo, l'assicurazione potreà essere giornaliera e saranno anche gli stessi gestori delle aree attrezzate a fornirla ai clienti. Ricordiamo, inoltre, che  questa nuova assicurazione obbligatoria non è pensata per coprire le spese a proprio carico in caso di infortunio e per tali eventi si può pensare a stipulare un'altra polizza che protegga in caso di incidenti sulle piste. 

Se non rispetta la nuova regola, oltre a non possedere una copertura assicurativa che tuteli in caso d'incidente, si può incorrere in multe da 100 a 150 euro e al ritiro dello skypass. 

Ben più elevate le multe previste se una persona pratica sport sulle piste innevate in condizioni psicofisiche che mettono a rischio la sicurezza degli altri e in particolare risulti positivo al test per alcool o stupefacenti, in questo caso le sanzioni amministrative vanno dai 250 ai 1000 euro. 

Un'altra misura è pensata solo i minorenni per i quali è introdotto l'obbligo di mettere il casco non appena arrivano sulle piste da sci, snowboard, bob e  slittino. In caso di mancato rispetto dell'obbligo la multa va da 100 euro a 150 euro.

   

 

Normative anti-Covid per gli impianti da sci

E' obbligatorio il green pass per sciare?

Tutti pronti alla partenza per la montagna? Dopo una lunghissima attesa, finalmente stanno riaprendo gli impianti sciistici per offrirci vacanze serene nel rispetto delle norme anticovid. Come oramai sappiamo le parole d'ordine sono distanziamento e mascherine e per evitare gli assembramenti è già pronto il personale degli impianti sciistici che indosserà sempre la mascherina (chirurgica o FFP2) e darà informazioni volte a rendere il più scorrevoli possibile le operazioni riducendo il tempo di permanenza in spazi comuni. 

Le indicazioni per l'entrate e l'uscita e i dispenser di gel disinfettante certamente aiuteranno a evitare assembramenti e a rispettare le norme igieniche, ma anche noi possiamo collaborare attivamente, ad esempio svolgendo alcune pratiche online, come l'acquisto dello skipass in modo da velocizzare le operazioni e scongiurare il rischio di non trovare posto. 

   

In proposito ricordiamo anche che la capienza delle funivie e delle cabinovie è stata ridotta all’80% della capacità e lo stesso vale per le seggiovie chiuse con cupole paravento, mentre se aperte non ci sono limiti, fermo restando che sempre vige l'obbligo di mascherina chirurgica o superiore. 

E il green pass è obbligatorio per sciare?

Per sciare sulle piste non è necessario, ma per utilizzare gli impianti di risalita è obbligario il green pass, eccetto che per i bambini al di sotto dei 12 anni. Ovviamente per le attività di svago al chiuso come mangiare al ristorante, partecipare a eventi sportivi o culturali, rilassarsi in un centro benessere etc...è necessario, come di consueto, il green pass e negli ambienti comuni al chiuso è anche obbligatorio indossare la mascherina; lo stesso vale durante il trasporto, pertanto non è possibile mangiare, bere o fumare.  Per il pernottamento nelle strutture alberghiere non è necessario il certificato verde che però è da mostrare nel caso in cui si desideri accedere a servizi interni quali ad esempio spa, centro benessere o piscina.

In Italia le previsioni del tempo vengono elaborate dall'Aeronautica Militare, una delle forze armate presenti nel nostro paese. A tale corpo del Ministero della Difesa dobbiamo rendere merito per le celebri acrobazie delle Frecce Tricolori, per le azioni di soccorso nel cielo e, appunto, per le informazioni forniteci sulle condizioni che assumerà il cielo nei giorni a venire.
Le previsioni del tempo consentono, infatti, a milioni di persone di programmare al meglio i propri spostamenti e di prepararsi nel modo adeguato ai cambiamenti futuri, siano essi rappresentati da un ciclone, da una semplice pioggia oppure da un'intensa nevicata.

Previsioni del Tempo


Addentrandoci nello specifico tema del bollettino della neve dobbiamo approfondire il fondamentale apporto fornito dall'Ufficio Meteomont che, in sinergia con il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica ed il Corpo Forestale dello Stato, fornisce informazioni fondamentali nei mesi invernali. Si tratta di un vero e proprio lavoro di squadra che, attraverso il contributo di tutti gli attori coinvolti, consente a milioni di persone di organizzarsi al meglio, evitando di frequente vere e proprie tragedie.
Lungo le Alpi, le Prealpi, gli Appennini e le montagne siciliane sono dislocate diverse stazioni meteo attraverso le quali gli studiosi rilevano ogni giorno dati come altezza della neve, temperatura dei vari strati di neve, temperatura ambientale massima e minima, intensità del vento, umidità etc...Ogni stazione invia successivamente i dati raccolti alla sede centrale dell' Ufficio Meteomont, che si trova a Bolzano, luogo nel quale tali valori vengono elaborati per poi essere trasmessi al Corpo Forestale. In questa maniera diversi organismi tengono monitorata la situazione in tempo reale ed al contempo provvedono a redigere le previsioni per i giorni a venire.

Annunci di Lavoro


Le previsioni meteorologiche sono uno strumento assai utile per i vacanzieri che possono programmare il proprio week end in montagna in modo da trovare le migliori piste da percorrere con gli sci a piedi. Oltre all'aspetto ludico, peraltro assai rilevante, l'operato congiunto di Meteomont e Corpo Forestale consente anche di allertare la popolazione sull'arrivo di forti nevicate, tempeste di neve e valanghe. Informazioni utilissime sia per gli sportivi della montagna, in modo particolare per gli amanti dei fuoripista, sia per le persone che vivono in località d'alta quota...

Sono, infatti, fondamentali le previsioni inerenti gli impianti sciistici, le quali indicano la quantità di neve caduta e la situazione meteorologica globale. Alla stessa maniera sono necessari i bollettini della neve nelle città i cui abitanti rischiano di subire gravi disagi per la caduta abbondante di cristalli ghiacciati.
In merito va ricordata anche l'operato della Protezione Civile che, attraverso i suoi comunicati stampa, diffonde informazioni a tutta la popolazione sulle precipitazioni e, oltre a tale funzione preventiva, è pronta ad intervenire in caso d'emergenza.
Prima di partire consigliamo, pertanto, a tutti di informarsi in modo adeguato, al fine di portare con sé le catene da neve oppure sostituire i pneumatici con quelli più adeguati alle condizioni meteo. Inoltre, in caso di strade ghiacciate, è sempre utile ricordare di mantenere velocità moderate, usando con delicatezza i freni su manti stradali scivolosi.